L’Archivio Storico “Antonella Bechi Piaggio” di Pontedera

L’Archivio Storico “Antonella Bechi Piaggio” di Pontedera
di Mariamargherita Scotti (curatrice)

Cenni storici e struttura archivistica

L’Archivio Storico “Antonella Bechi Piaggio” conserva la documentazione relativa all’attività di Piaggio dai suoi inizi tardo-ottocenteschi fino ai giorni nostri, in tutte le sue attività e in tutti i suoi settori (dalle origini aeronautiche alla produzione due-tre ruote degli ultimi 70 anni).
Costituito grazie al paziente lavoro di ricerca avviato da Tommaso Fanfani alla metà degli anni ’90 in stretta collaborazione con Giovanni Alberto Agnelli nel contesto di un più generale progetto culturale che ha portato alla nascita della Fondazione Piaggio (1994) e all’apertura del Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli” (2000), l’Archivio Storico è stato inaugurato nel marzo del 2000 intorno a un nucleo iniziale di documenti, “avventurosamente” ritrovati nei diversi uffici e nelle varie sedi aziendali.
Grazie a successivi conferimenti, l’Archivio è attualmente costituito da 7 fondi (Atti Dovuti, Direzione Generale, Direzione Commerciale, Personale, Produzione e Progettazione, Iconografico, Lanzara) e 10 archivi aggregati (Gilera, OMAO-Officine Macchine Africa Orientale, SARPI-Società Anonima Rappresentanze Prodotti Industriali, Lanzara Donazione, Confindustria, Gilberto Filippetti, Marco Stilci, Tommaso Fanfani, Donazioni, Fonti Orali), per un totale di quasi 5.000 filze.
Il materiale conservato è ricco ed eterogeneo, tanto nei suoi contenuti quanto nei suoi supporti (cartaceo, fotografico, digitale, video) e rappresenta un prezioso strumento non solo per ricostruire la storia di una delle più importanti imprese metalmeccaniche del secondo dopoguerra, ma anche per comprendere i mutamenti sociali, economici e culturali dell’Italia lungo tutto un secolo, dalla fine dell’800 ad oggi. L’Archivio è inoltre in continuo ampliamento dal momento che proseguono ininterrotte le acquisizioni tanto da parte di uffici interni quanto da parte di privati.

Particolarmente prezioso, per chi volesse accostarsi alla storia dell’azienda nel secondo dopoguerra, il Fondo Francesco Lanzara (1922-1987), intorno alla “scoperta” del quale si è costruito negli anni ’90 il progetto stesso dell’Archivio Storico Piaggio. Si tratta della documentazione raccolta nel corso della sua attività da Francesco Lanzara (1914-1990), che fu direttore dello stabilimento Piaggio di Pontedera dal 1946 al 1979. La vicenda biografica e le molte attività di Lanzara, che fu anche docente nella Facoltà d’Ingegneria dell’Università di Pisa e ricoprì incarichi di rilievo in diverse commissioni della Confederazione Generale dell’Industria Italiana, trovano inoltre riscontro nel materiale raccolto negli archivi aggregati Lanzara Donazione (1937-1990) e Confindustria (1969-1986), confluiti nell’Archivio Piaggio grazie alla generosità di del figlio di Lanzara, Riccardo.

Il Fondo Direzione Generale (1916-1987) e il Fondo Atti Dovuti (1882-1992) riguardano invece più direttamente le trasformazioni societarie dell’azienda e conservano il materiale più “tipico” degli archivi d’impresa: statuti, verbali di assemblee, libri dei soci, materiale amministrativo, copialettere e registri relativi alle attività gestite direttamente dalle segreterie di Presidenti e Amministratori Delegati, comprensive di resoconti sui danni di guerra e relazioni con ministeri, istituzioni bancarie, concessionarie e filiali.

Il Fondo Personale (1920-1987) conserva più di 25.000 fascicoli tra materiale relativo alle attività sociali, alla formazione e selezione, all’organizzazione e amministrazione, alle relazioni industriali e comprende le mappe salariali e anagrafiche di migliaia di impiegati e operai.

Il Fondo Produzione Progettazione (1884-2003) – che conserva materiale “tecnico” relativo ai dati matricolari, alle omologazioni e ai programmi di produzione e d’investimento – si arricchisce dal 2006 di progressivi conferimenti relativi agli 800.000 disegni tecnici della Direzione Tecnica Piaggio, alcuni dei quali (circa 7000) sono stati notificati dalla Soprintendenza Archivistica della Toscana.

Assai ricco per approcciare lo studio dello sviluppo della comunicazione pubblicitaria di uno degli oggetti-simbolo del boom economico (e non solo) – la Vespa – è il Fondo Direzione Commerciale (1929-2005), a cui si affiancano gli archivi aggregati di Gilberto Filippetti (art director dell’agenzia pubblicitaria Leader, al servizio di Piaggio dal 1966 ai primi anni ’90) e Marco Stilci (fotografo pubblicitario che collaborò con Piaggio dalla metà degli anni ’80 ai primi anni 2000). Molti spot per il cinema e la TV sono conservati nella serie Audiovisivi del Fondo Iconografico: una selezione di video “d’autore” (da Luciano Emmer a Tinto Brass, senza tralasciare gli storici “Caroselli”) è stata recentemente restaurata e digitalizzata a cura del Centro Multimediale del Cinema di Viareggio ed è attualmente fruibile sul canale web http://www.cinemaimpresa.tv.

Vero e proprio archivio d’impresa a sé è l’archivio aggregato Gilera (1931-2006), storica azienda motociclistica fondata nel 1909 ad Arcore da Giuseppe Gilera e acquisita dal Gruppo Piaggio nel 1969. Lo stesso può dirsi dell’archivio OMAO – Officine Macchine Africa Orientale (1936-1966), società costituita da Piaggio nel 1937 in Etiopia per la costruzione e riparazione di velivoli, materiale ferroviario, tranviario e rotabile.

Informazioni e contatti

L’accesso all’Archivio per motivi di studio è libero e gratuito, esclusivamente su appuntamento, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Le norme di accesso alla consultazione sono disponibili al link http://www.museopiaggio.it/html/norme_archivio.html.

Archivio Storico “Antonella Bechi Piaggio”
Viale Rinaldo Piaggio, 7
56025 Pontedera (Pisa)
058727171
archivio@museopiaggio.it
www.museopiaggio.it

Bibliografia
– Tommaso Fanfani, Archivio Storico Piaggio, in «Archivi e Imprese», 1993, n. 8, pp. 126-131.
– Id., Una leggenda verso il futuro. La storia della Piaggio, Pacini Editore, Pisa 2001.
– Carlo Corbo, Archivio Storico Piaggio, in Musei d’impresa. Identità e prospettive, atti del Convegno Nazionale, Certosa di Pontignano, 12-13 giugno 1999, a cura di Linda Kaiser, Milano 1999, pp. 65-68.
– Id., Archivio Storico Piaggio nel Museo della Vespa, in «Novecento», 2003.
– Andrea Rapini, La nazionalizzazione a due ruote. Genesi e decollo di uno scooter italiano, il Mulino, Bologna 2007.
L’Archivio Storico Piaggio, a cura di Tommaso Fanfani e Chiara Mani, in «Quaderni di Archimeetings», n. 19, Polistampa, Firenze 2009.
L’impresa dell’archivio. Organizzazione, gestione  e conservazione dell’archivio d’impresa, a cura di Roberto Baglioni e Fabio Del Giudice, Polistampa, Firenze 2012.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...